MENU
Italiano English
ALEXANDRA KEHAYOGLOU

ALEXANDRA KEHAYOGLOU
CURRICULUM VITAE

Alexandra Kehayoglou (Buenos Aires, 1981) è un’artista visuale; crea sculture di grandi formati composte principalmente da materiali tessili. Realizza le sue opere utilizzando gli scarti di lavorazione dell’azienda di famiglia El Espartano che da oltre 60 anni produce moquette e tappeti industriali.
Il suo lavoro comprende un catalogo di memorie di vari paesaggi nativi che l’artista ha visitato e desidera conservare nel tempo. I suoi pastizales (prati), pascoli, rifugi, arazzi, ripari sono come realtà sublimi di cui lo spettatore può godere contemplandoli o utilizzandoli.
Ogni pezzo è unico, con una struttura, una tessitura e una composizione cromatica irripetibili, ed è stato creato partendo dalla tradizione familiare per mantenere il legame con la tessitura a mano e attribuirle un significato nuovo.
Nel 2014, il suo lavoro si è rivelato al mondo intero sulla passerella della Settimana della Moda di Parigi, e questo è potuto accadere grazie alla sua collaborazione con lo stilista belga Dries Van Noten che la sponsorizza e per il quale Alexandra Kehayoglou ha creato la sua più grande opera mai realizzata fino ad oggi, lunga 50 metri, intitolata Before and After.
Il lavoro di Alexandra Kehayoglou si è affermato a livello mondiale come grido contro la deforestazione e la devastazione e invoca una consapevolezza ambientale. Rappresenta inoltre un monito contro l’estinzione di zone rimaste ancora incontaminate e una voce potente a favore del cambiamento di una cultura che sembra non essere molto preoccupata per i drastici cambiamenti climatici causati dall’eccessiva azione dell’uomo sulla Terra.

Alexandra Kehayoglou, who was born in Buenos Aires in 1981, is a visual artist who makes large sculptures mainly using textiles. The works are made with surplus materials from the family factory, El Espartano which has been manufacturing industrial carpets and rugs for more than 60 years.
Her work includes a catalogue of memories of various native landscapes that the artist has visited and desires to preserve for the long term. Her pastizales (grasslands), fields, shelters, tapestries and shields are sublime realities that the spectator can enjoy in quiet contemplation, or by actually using the pieces.
Each one is unique, with its own texture, weave and palette, and has been created drawing on the family tradition but with new perspectives on the craft of hand weaving.
In 2014, her work became world-renowned due to an outstanding catwalk contribution at Paris Fashion Week. This followed her collaboration with the Belgian designer, Dries Van Noten, who sponsored her and for whom she created her largest work to date, 50 metres long, called Before and After.
Alexandra Kehayoglou´s work became established worldwide as a protest against deforestation and devastation, and for calling for environmental awareness. It is also warns against the extinction of wilderness and is a strong voice speaking out to change a culture which does not seem overly concerned about catastrophic climate change resulting from the intensity of man’s actions on planet Earth.



Back